PROGETTI

“L’appetito vien studiando”: un aiuto a 360° per minori a rischio di dispersione educativa e scolastica a Cassano All’Ionio.

A Cassano all’Ionio, bambini in situazioni familiari difficili e in contesti svantaggiati ricevono sostegno attraverso attività di studio, sportive e laboratoriali, oltre a supporto psicologico e medico.

Condividi

x

La Caritas diocesana porta avanti un progetto concreto e complesso per aiutare i minori a sviluppare autonomia nello studio e a scoprire le proprie inclinazioni. Il “Centro per le famiglie” supporta l’attività educativa fornendo ascolto, confronto e supporto psicologico anche all’intero nucleo familiare. Per far fronte alle problematiche economiche, il centro organizza anche giornate preventive e visite specialistiche, secondo le necessità individuali.

00:04Questa opera si chiama L’appetito, vien studiando. È un’opera che si occupa della dispersione scolastica e di vedere le situazioni delle famiglie attraverso gli occhi dei bambini.

00:19Il nostro obiettivo è quello di lottare contro la dispersione scolastica e la povertà educativa. Cerchiamo dunque di offrire un’alternativa a tanti minori che senza quest’opera non avrebbero un’alternativa alla strada.

00:36Qui si impara, si gioca, si scherza, si mangia insieme, si passa la giornata tranquilli.

00:43Siamo su un territorio dove ci sono tantissimi problemi sociali, economici e culturali.

00:50Questa opera accoglie minori dai 6 ai 13 anni. Sottolineo che accogliamo tutto il loro nucleo familiare, poi, perché la poverà D’un certo modo, la città educativa si può contrastare non solo se ci occupiamo della loro vita, quindi del minore, ma se ci occupiamo anche della loro famiglia.

01:08 Qui siamo tutti una famiglia e lasciarlo qui è come se fosse a casa con me, perché è al sicuro.

01:13Mi piace venire qui perché mi aiutano a fare i compiti e poi ho tanti amici. Se non ci fosse questo posto, mi sentirei triste.

01:23Questa opera è un’opera segno per la città di Cassano all’Oionio, ma per tutta la di oggi. C’è sì. I bambini che vengono ogni giorno qui, si sentono a casa. Loro preferiscono stare qui, perché questo luogo è un luogo sicuro, è un luogo dove sentono l’amore.

01:46Insieme a me lavorano nell’opera altre cinque educatrici, tra cui c’è anche una psicologa. Abbiamo cinque o sei maestri di laboratori che si alternano.

02:01Quando finiamo di fare i compiti facciamo a laboratori musica, arte, fotografia, palestra, danza, guardiamo i film.

02:11Ho scelto di portare Gabriele in questo centro anche perché qui non c’è più niente. Se non fosse per questo centro, mio figlio sarebbe a casa perché io non ho possibilità di portarlo ai laboratori che sono troppo costosi. Invece qui, grazie al centro, i bambini e i ragazzi hanno imparato Tanti di loro hanno davvero avuto un riscatto, hanno continuato a studiare perché vogliono dare un’alternativa non solo alla loro vita, ma anche alla loro famiglia.

02:42Per quest’opera, Lotto per 1000, È tutto. Noi senza all’8×1 non possiamo fare niente. Noi ogni giorno diciamo grazie all’8×1.

02:54È l’anima, posso dire, di questo progetto perché senza 8×1 non esisterebbe. Non abbiamo altri fondi che riescono a sostenere quello che facciamo.

03:07A chi firma per l’8×1 vorrei dire grazie, perché guardare il volto di tuo figlio sorridere, grazie, al centro, è bellissimo.

03:18A chi non firma voglio dire di non avere pregiudizi. I soldi dell’8×1 vanno per i poveri, per le opere di carità. E in Italia sono tante.

 

I numeri del progetto

40

minori accolti

35

famiglie aiutate

30

volontari, educatori e animatori

10

laboratori attivi

I TEMI

Le aree di intervento

Questo progetto è presente nelle seguenti aree di intervento.
Scopri altri progetti appartenenti allo stesso tema.

I valori del progetto

Un cantiere educativo.

Il Centro è un cantiere sempre attivo, pronto a cambiare ed evolversi per rispondere alle necessità e alle emergenze che sorgono nei vari contesti. Un luogo che educa i bambini alla cultura, al sapere, all’importanza dello sport e alla bellezza di arte, fotografia, teatro, musica e danza. Un cantiere che contribuisce anche al benessere delle famiglie attraverso servizi di supporto genitoriale e specialistici volti a prevenire situazioni di disagio.

Un nuovo sguardo.

Qui i minori hanno l’opportunità di guardare oltre gli orizzonti che conoscono da sempre, di superare i limiti imposti da una vita spesso caratterizzata da pregiudizi, scarse opportunità culturali e una diffusa criminalità. Capiscono l’importanza di non arrendersi, di opporsi alla cultura dell’illegalità coltivando il desiderio di occupare un giorno, con dignità, il proprio posto nel mondo.

Accogliere le diversità per crescere insieme.

Il progetto “L’appetito vien studiando” vuole educare i minori al riconoscimento, all’accettazione e al rispetto delle diversità e aiutarli a sviluppare relazioni positive con i loro coetanei e con la propria famiglia. La porta del Centro socio-educativo è sempre aperta: qui si cresce e ci si rinnova, si mette insieme, si coglie e si raccoglie, si creano ponti, legami e connessioni. L’educazione inclusiva è fondamentale per evitare etichette limitanti e rendere la diversità un valore.

Dove Siamo

Il centro socio-educativo per minori, “L’Appetito Vien Studiando”, si trova nel centro storico del comune di Cassano all’Ionio, via Ginnasio 85, in provincia di Cosenza.
Il progetto è sostenuto economicamente con i fondi ricavati tramite l’8xmille alla Chiesa cattolica (sul Modello 730 per l’8xmille sono presenti tutte le modalità disponibili).

Dettaglio

Regione
Calabria
Diocesi
Cassano allo Jonio
Località
Cassano all'Ionio (CS)
Ambito
Carità
Destinati
€ 150.000
Anno: 
2023
Sito

Vai alla mappa 8xmille
per conoscere altri progetti

Ti potrebbe interessare:

Wolisso (Etiopia)

Ospedale “San Luca”

Bologna

Associazione “Albero di Cirene”

Catania

Help Center

Una newsletter
che fa bene.

Resta aggiornato sulle iniziative
sostenute dall’8xmille
alla Chiesa cattolica.