PROGETTI

Un centro di assistenza sanitaria al servizio di fragili e bisognosi a Vercelli.

Nell’Arcidiocesi di Vercelli, la fondazione AMOS offre servizi di assistenza sanitaria, trasporto e accompagnamento gratuito alle visite mediche e supporto psicologico.

Condividi

x

Grazie a volontari, medici e infermieri sono stati implementati servizi di assistenza sanitaria, consulenza psicologica giovanile e spazi attrezzati. Il centro, completamente gratuito, è stato creato per contrastare i lunghi tempi di attesa per le persone che non sono in grado economicamente di accedere alla sanità privata, ponendo al centro la cura, la salute e l’assistenza per persone fragili e bisognose.

00:04 Far parte di questo progetto mi fa sentire non importante, mi fa sentire utile, ecco, quello sì.

00:12 Quando sono qui mi sento come a casa mia perché sono coccolata, mi stanno vicino, mi consigliano. Insomma, non mi sento sola, ecco, diciamo così.

00:25 La fondazione cerca di interpretare al più possibile i bisogni che persone sole, anziane, hanno per vedere di salvaguardare la propria salute.

00:43 Il progetto l’Amo si occupa di persone che hanno bisogno di visite specialistiche e di trasporti in tutti i centri del Piemonte.

00:51 Prendiamo la persona e l’accompagniamo sulla vettura, l’accompagniamo all’interno della struttura, stiamo fin quando non ha finito ciò che deve fare in quel giorno lì, la riprendiamo e la riportiamo fino a casa.

01:09 Questo posto mi ha dato un aiuto importante nel senso che mi aiuta a spostarmi per i controlli e mi supporta nelle mie necessità. Insomma, più di così non si può, anche perché è un servizio gratis.

01:23 Ci sono ammalati che non si curano perché non hanno i soldi per pagare le visite Significa per la comunità molto perché tante persone anche non possono permettersi certe spese.

01:36 E qui invece vengono visitate dagli specialisti che sì, è vero, sono andati in pensione, ma tuttora svolgono un’attività eccellente.

01:44 Ho È venuto anche il vantaggio di conoscere tantissimi medici i quali hanno aderito tutti.

01:51 Se non ci fosse stato questo posto, sarei dovuta ricorrere a qualche servizio a pagamento, purtroppo.

01:57 Il progetto AMOS aiuta la sanità capacità a coprire tutti quei tempi lunghi che il malato deve aspettare e non può aspettare.

02:06 Queste persone, oltre all’aspetto sanitario, hanno bisogno di poter essere in qualche modo reinseriti o sentirsi reinseriti all’interno della società. Quindi hanno bisogno che qualcuno ogni tanto gli telefoni, che gli spieghi cosa succede fuori dalla finestra. Hanno bisogno di sentire un po’ di calore umano, un po’ di affetto.

02:39 Oltre ai medicinali, ho bisogno della compagnia, della comprensione che qui trova e qualsiasi orario io possa venire.

02:47 L’8×1000 è assolutamente il pilastro su cui si regge tutta la struttura. Se non abbiamo queste entrate noi non potremmo continuare aiutare questa gente.

03:02 Noi veramente abbiamo la prova che l’8×1 ci ha aiutato. Ci sta aiutando.

03:08 Non sapevo che questa opera fosse dall’8×1 alla Chiesa Cattolica. A chi è firmato vorrei certamente ringraziare perché di questo 8×1 ne ho soffrito anch’io in questo caso.

03:19 A chi non firma vorrei dire che ci sono persone che si troveranno nella condizione di aver bisogno. Ecco, quindi è importantissimo.

03:29 Non costa niente e serve a tante persone.

 

I numeri del progetto

60

volontari

10

medici specialistici

130

visite e trasporti medici mensili

5

eventi di formazione e sensibilizzazione sul tema della salute

I TEMI

Le aree di intervento

Questo progetto è presente nelle seguenti aree di intervento.
Scopri altri progetti appartenenti allo stesso tema.

I valori del progetto

Solidarietà e vicinanza.

Il progetto vuole offrire un’alternativa alle persone con difficoltà economiche e di salute, impossibilitate ad accedere alle cure della sanità privata. L’Arcidiocesi di Vercelli, da qualche anno, sta potenziando le iniziative caritative diocesane esistenti, introducendo nuovi servizi e attività pastorali anche in ambito sanitario. Questa scelta si adatta alle trasformazioni del territorio, rispondendo alle nuove necessità di cura, vicinanza e supporto a persone fragili.

Una cura per tutti.

L’intreccio tra fragilità relative alla salute, la povertà economica e il limitato accesso alle cure, crea una situazione complessa e urgente. Questo ambizioso progetto di attività assistenziali sociosanitarie di prossimità si concentra su anziani e poveri. Grazie all’impegno di medici volontari, l’accesso alle cure diventa un diritto davvero di tutti.

Coinvolgimento attivo.

Il coinvolgimento attivo delle persone in situazioni di disagio è stato fondamentale fin dall’inizio, considerandole parte integrante per individuare carenze e suggerire soluzioni. L’approccio supera l’assistenzialismo, cercando di inserire le persone bisognose in percorsi che valorizzino la loro dignità e forniscano strumenti di affermazione. Attività progettuali, informative e formative guidano chi è in difficoltà per migliorarne le condizioni di vita, con il supporto di professionisti.

Dove Siamo

Il centro di assistenza sanitaria di Santhià sorge a pochi passi dalla stazione ferroviaria in Via Puccini 2/A a Santhià (VC). Il progetto è sostenuto economicamente con i fondi ricavati tramite l’8xmille alla Chiesa cattolica (sul Modello 730 per l’8xmille sono presenti tutte le modalità disponibili).

Dettaglio

Diocesi
Vercelli
Località
Santhià (VC)
Ambito
Carità
Destinati
€ 108.000
Anno: 
2023

Vai alla mappa 8xmille
per conoscere altri progetti

Ti potrebbe interessare:

Bari

Cooperativa Campo di fragole

Kaolack (Senegal)

Scuola “Nostra Signora del Sacro Cuore”

Nosy Bé (Madagascar)

Scuola “Germogli di vita”

Una newsletter
che fa bene.

Resta aggiornato sulle iniziative
sostenute dall’8xmille
alla Chiesa cattolica.