Mappa 8xmille

Scopri i progetti
vicino a te.

Inserisci la tua Provincia.

Vedi i progetti nel mondo

Ricerca un progetto:

CI SONO 16488 PROGETTI

Saluzzo Migrante 3

Regione: Piemonte

Diocesi: Saluzzo

Località: Saluzzo CN

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: dal 2018 al 2019

Il progetto Saluzzo Migrante, di Caritas Saluzzo, intende intervenire in modo efficace in favore delle persone migranti, in particolare lavoratori stagionali del settore agricolo, offrendo: supporto, accoglienza e integrazione in un’ottica di sistema. In particolare l'apertura di Casa Madre Teresa ha un'importanza fondamentale per i migranti più vulnerabili, in particolare malati. Le attività per i giovani hanno un forte coinvolgimento per le parrocchie, i gruppi scout e altre Caritas anche del territorio nazionale. Questa è la sede della Casa Madre Teresa.

Un rifugio per tutti - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Messina - Lipari - Santa Lucia del Mela

Località: Messina

Ambito: Carità

Destinati: € 90.000

Anno: 2018

Il progetto, biennale, si realizza nella città di Messina e prevede lo sviluppo di una rete servizi di orientamento, sostegno e accoglienza a favore di circa 260 persone fragili e in stato di vulnerabilità sociale, sanitaria ed economica. In particolare, si prevede il potenziamento e la connessione di: - il servizio di prima assistenza, orientamento e di sostegno, realizzato presso il centro diurno/help center della stazione centrale di Messina; - la casa semiresidenziale di prima accoglienza, denominata "Aurelio", sita a Messina, in Via Emilia; - la casa di prima accoglienza residenziale, denominata "S. Maria della Strada", sita a Messina, in Via Comunale, 1, Galati S. Anna. E' prevista l'attivazione di due tirocini formativi.

Una comunità nella comunità - I anno

Regione: Lombardia

Diocesi: Milano

Località: Milano

Ambito: Carità

Destinati: € 83.500

Anno: 2018

Il progetto, biennale, si realizza nella città di Milano con la finalità di offrire supporto socio educativo a circa 50 minori, in particolare stranieri non accompagnati. Consiste principalmente nel supportare le "comunità educative" di presso due parrocchie (San Pio X, il primo anno, e Santi Nazaro e Celso, il secondo), con l'intervento di educatori professionali, supportati da volontari. Oltre alla formazione sui bisogni dei minori stranieri e sull'affido familiare, si prevede la realizzazione di attività formative e di socializzazione rivolte ai ragazzi, alcune specificamente orientate all'inserimento lavorativo, con il coinvolgimento di imprese e realtà del terzo settore presenti sul territorio. Accanto ad ogni comunità è previsto un alloggio per l'avvio all'autonomia di ragazzi neomaggiorenni. Nel corso del secondo anno, inoltre, saranno avviati i lavori di ristrutturazione degli immobili e formazione degli operatori parrocchiali di Sant'Ilario, in vista dell'avvio della terza comunità educativa.

Sarepta, casa ospitale - I anno

Regione: Triveneto

Diocesi: Vicenza

Località: Quinto Vicentino VI

Ambito: Carità

Destinati: € 280.000

Anno: 2017

Il progetto, proposto come biennale, consiste nel garantire continuità ai servizi che la Caritas diocesana offre presso l'opera "diffusa" Casa Sarepta, a Vicenza, a beneficio di circa 400 persone senza dimora. L'opera, con la regia di un équipe multidisciplinare e il supporto di 700 volontari appositamente formati, offre presa in carico e accompagnamento in percorsi di prossimità su tre aree: • accoglienza e soddisfazione dei bisogni primari, attraverso una rete di servizi che vanno dal dormitorio, all'accoglienza diurna (mensa, docce, lavanderia, ambulatorio); • inclusione abitativa, con l'inserimento in appartamenti di prima autonomia, un appartamento in housing first e tre sedi in social housing, ma anche il progetto "affitti sociali" per famiglie in difficoltà economica; • accompagnamento nella ricerca attiva del lavoro, attraverso la redazione del bilancio di competenze, il sostegno per la partecipazione a corsi di formazione professionale e l'attivazione di tirocini lavorativi. Il progetto si svolge su più sedi, questa è la sede della Casa San Giorgio.

AbitAR - I anno

Regione: Toscana

Diocesi: Arezzo - Cortona - Sansepolcro

Località: Arezzo

Ambito: Carità

Destinati: € 160.000

Il progetto si realizza nella città di Arezzo, a beneficio di circa 50 anziani e famiglie in disagio abitativo, attraverso il potenziamento di alcuni luoghi dell'accoglienza già presenti in città. Nello specifico si prevede: - dormitorio invernale; - strutture di accoglienza; - accoglienza diffusa, con lo sviluppo di un sistema di appartamenti solidali attraverso la promozione di esperienze di cohousing; - affitti sociali: in collaborazione con i servizi sociali e Arezzo Casa spa; - la costituzione di un fondo specifico per utenze, affitti, quote condominiali, spese impreviste per piccole manutenzioni, a disposizione del CdA diocesano e di quelli parrocchiali. E' inoltre prevista una specifica attenzione sulla prevenzione degli sfratti, le morosità incolpevoli e le difficoltà delle famiglie per il pagamento di rette sanitarie per i congiunti anziani. Dopo un primo anno dedicato principalmente agli aspetti materiali dell'accoglienza, la seconda annualità verterà maggiormente sugli aspetti socio-educativi del progetto, attraverso il rafforzamento dei Centri diurni e la proposta di laboratori, corsi di formazione e percorsi di inserimento socio lavorativo. Il progetto si svolge su più sedi.

I Laboratori della sapienza 3

Regione: Basilicata

Diocesi: Melfi - Rapolla - Venosa

Località: Melfi PZ

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: 2018

Il progetto propone per la sola annualità 2018 la prosecuzione delle attività realizzate nel 2016 e nel 2017, a Melfi, a beneficio di un centinaio di anziani over 65 provenienti anche dalla cittadina di Venosa. Il progetto potenzia in generale le attività già avviate, prevedendo anche il coinvolgimento delle parrocchie di Moschito e San Fedele, la cui popolazione over 65 supera il 25%. Si prevedono: - attività culturali e ricreative; - campagne di promozione della salute, in un'ottica di prevenzione, in collaborazione con la ASP e attraverso l'attivazione delle parrocchie, e il potenziamento del servizio di Telefono sociale con il coinvolgimento degli stessi anziani; - formazione di volontari per l'assistenza domiciliare leggera; - il servizio di mensa sociale. Proseguiranno anche le attività di animazione presso le due case di riposo della Diocesi, e presso l'ospedale di Venosa (con la collaborazione dell'AVO per l'assistenza ai malati di Alzheimer) e l'avvio di percorsi di prevenzione sul gioco d'azzardo patologico avviati nella seconda annualità (in collaborazione con la Caritas di Tricarico). Questa è il Centro Hospitalis, una delle sedi dove si svolge il progetto.

Gratis Accepistis 2.0 - I anno

Regione: Campania

Diocesi: Aversa

Località: Aversa NA

Ambito: Carità

Destinati: € 105.000

Il progetto, proposto come biennale, si realizza ad Aversa e consiste nello sviluppo di un polo di servizi integrati per l'accoglienza e l'inclusione sociale, in aree distinte, per: - persone senza dimora, italiane e non - padri separati in condizione di grave indigenza - donne, sole o con bambini, vittime di violenza domestica Le persone accolte potranno fruire, oltre che dell'accompagnamento di una équipe multidisciplinare (mediazione culturale, mediazione familiare, supporto psicologico ed educativo, assistenza legale), anche di un servizio di orientamento ai servizi territoriali e della possibilità di partecipare a laboratori per lo sviluppo delle competenze relazionali. Il progetto si sviluppa su più sedi. Qui vengono svolte attività di cura integrata della salute e del quotidiano dei senza fissa dimora.

La speranza vede l'invisibile - I anno

Regione: Abruzzo Molise

Diocesi: Teramo - Atri

Località: Teramo

Ambito: Carità

Destinati: € 130.000

Anno: 2018

Il progetto "La speranza vede l'invisibile, tocca l'intangibile e raggiunge l'impossibile", che ha come obiettivo primario quello di potenziare, attraverso la formalizzazione di un lavoro di rete con rappresentanti del mondo pubblico e privato, le opportunità occupazionali di tanti giovani NEET. Si intende offrire loro opportunità formative, occupazionali ed educative con uno sguardo aperto anche all'Europa. Parte integrante del progetto è anche l'attenzione alle famiglie con le quali da anni sono state avviate diverse azioni di prossimità e alle quali sono rivolti aiuti concreti in merito alle problematiche economiche, abitative, occupazionali ed educative. Operativamente: 1. Valorizzazione delle risorse territoriali attraverso la creazione di una rete con le Istituzioni pubbliche e private che operano nell'ambito della formazione, dell'orientamento, dell'educazione, dell'imprenditoria giovanile e non, della progettazione (Camera di Commercio, Università di Teramo, Anpal Servizi, Centro Europe direct Abruzzo, Pastorale Universitaria, Pastorale Famigliare, Pastora le del Lavoro, Pastorale Giovanile e Pastorale Scolastica); 2. Potenziare lo sportello di Ascolto e Orientamento del Caritas Point attraverso la presenza di professionisti qualificati nell'ambito delle politiche giovanili e nella costituzione d'impresa e delle politiche del lavoro; 3. Attivare corsi di formazione e d'informazione sulle varie opportunità offerte dalle Istituzioni per impiego, tirocini, stage e visite di studio... 4. Attivare corsi di formazione finanziaria ed economica (studio per la pianificazione d'impresa, bussines planning) che favoriscano occupazione attraverso forme di autoimpiego e corretti stili di vita; 5. Offrire un sostegno concreto attraverso l'attivazione di borse lavoro, borse di studio microcredito; 6.Potenziare il numero di progetti di alternanza scuola-lavoro e approfondire quelli già in corso; 6. Organizzare convegni e meeting per attività di promozione, studio, ricerca e pubblicazione di risultati raggiunti dal progetto; 7. Garantire sostegno al reddito ed supporto educativo al l'interno di famiglie fragili.

A.P.P.R.O.D.I. - II anno

Regione: Piemonte

Diocesi: Mondovì

Località: Mondovì CN

Ambito: Carità

Destinati: € 86.000

Il progetto biennale APPRODI si propone la duplice finalità di rispondere alla domanda di ospitalità dei richiedenti asilo che hanno ottenuto il documento di rifugiato o di protezione umanitaria od internazionale promuovendo esperienze di “accoglienza diffusa”, con il supporto di reti di famiglie e di comunità parrocchiali, ma anche di animare la comunità ecclesiale e civile alla cultura dell’accoglienza, promuovendo corretta informazione ed accompagnando l’avvio della progettualità SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) appena iniziata ad aprile 2018 sul territorio. L’intero biennio progettuale è stato organizzato e monitorato in collaborazione con il Gruppo Ecclesiale sull’Immigrazione “Padre Calleri – Mons. Cuniberti”, un gruppo di lavoro diocesano strutturato sul tema, che ha lo scopo di creare coinvolgimento e di farsi promotore delle corrette informazioni sul fenomeno in un dialogo capillare e fecondo con il proprio mondo cattolico di riferimento, la società civile e le istituzioni. Il progetto si articola in due grandi ambiti di intervento. Il primo ambito progettuale va nella direzione di promuovere nella comunità ecclesiale e civile della Diocesi un’autentica cultura dell’accoglienza e dell’inclusione, attraverso iniziative di formazione, riflessione e sensibilizzazione. Il secondo ambito progettuale va nella direzione di continuare, promuovere ed accompagnare esperienze di accoglienza strutturale diffusa dei richiedenti asilo e l’integrazione dei rifugiati e di chi gode di protezione internazionale con l’obiettivo di “lavorare perché all’emergenza (primo livello) si passi all’accoglienza diffusa sul territorio (secondo livello) e da questa all’autonomia dei singoli (terzo livello)”. Il progetto si articola su più sedi.

Servire con dignità e giustizia

Regione: Sardegna

Diocesi: Sassari

Località: Sassari

Ambito: Carità

Destinati: € 40.500

Anno: 2017

Il progetto, presentato per la sola annualità 2018, "si rivolge alle persone inoccupate, anziane, sofferenti per il problema delle dipendenze o per altri fattori legati alla multidimensionalità delle facce della povertà nel territorio della città di Sassari". Consiste nel potenziamento dei servizi ordinariamente gestiti dalla Caritas diocesana, il cui adeguamento rende necessari alcuni interventi straordinari. nello specifico: - Centro di Ascolto italiani e Centro di Ascolto stranieri: adeguamento impianti e acquisto arredi a tutela della privacy. - Mensa diocesana: adeguamento attrezzature e arredi a norma HACCP. - Ostello maschile: riparazione tetto. - Centro Servizi per la distribuzione di abiti e alimenti: adeguamento impianto elettrico. - Ambulatori per immigrati e per le cure odontoiatriche: adeguamento strumentazione. In questi locali ha sede la mensa.

In rete per la famiglia - I anno

Regione: Toscana

Diocesi: Fiesole

Località: Figline Valdarno FI

Ambito: Carità

Destinati: € 52.800

Anno: 2018

Il progetto, biennale, si realizza a Figline e Incisa Valdarno, a beneficio di 18 famiglie. Consiste principalmente in quattro ambiti di attività: - formazione di 10 famiglie tutor, tra quelle già aderenti ad una comunità di famiglie e all'oratorio "don Bosco"; - individuazione delle famiglie beneficiarie, tra quelle già prese in carico dai servizi sociali e dal CdA Caritas, cui sarà proposto un primo ciclo di incontri sulla gestione del bilancio familiare; - messa a punto di strumenti conoscitivi di indagine e ricerca sociale per approfondire in particolare le condizioni di povertà relazionale ed educativa dei minori. Nel Centro Caritas in particolare vengono individuate le famiglie beneficiarie e attivati cicli di incontri formativi.

A casa tua - II anno

Regione: Umbria

Diocesi: Assisi - Nocera Umbra - Gualdo Tadino

Località: Santa Maria degli Angeli PG

Ambito: Carità

Destinati: € 88.000

Il progetto prevedeva la realizzazione di un corso di cucina per alcune donne della Diocesi per offrire loro l’opportunità di spendere il diploma così ottenuto in campo lavorativo. L’obiettivo è stato raggiunto in quanto quattro delle sette partecipanti proseguiranno per altri due anni il progetto, delle tre rimaste, due sono riuscite a trovare un’occupazione con il diploma ottenuto. In seguito verrà allestito un locale per la realizzazione di alimenti destinati alla vendita in loco o alla realizzazione di cibi da consumarsi presso le abitazioni dei clienti.

Tutti al nido, un nido per tutti - II anno

Regione: Lazio

Diocesi: Roma

Località: Roma

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: 2017

Il progetto ha l’obiettivo di sostenere i bambini 0-3 anni nello sviluppo delle capacità motorie , del linguaggio, relazionali e cognitive, con il coinvolgimento attivo dei nuclei familiari al fine del rafforzamento della relazione genitori-figli. Si aprirà un nuovo “nido diffuso” presso la parrocchia S. Maria causa Nostrae Laetitiae al Villaggio Breda, nel quartiere periferico di Torre Gaia, a sud est della capitale. A fianco alle attività di assistenza all’infanzia, il Nido Diffuso vuole sarà anche uno spazio dove le famiglie possano confrontarsi sull’esperienza della genitorialità, acquisendo consapevolezza, fiducia e strumenti pratici per la gestione della relazione genitori-figli. Per questo motivo si è pensato di creare uno spazio dedicato ai genitori, dove poter trascorrere del tempo in serenità, condividendo l’esperienza e partecipando a momenti di incontro ed informativi guidati da figure professionali in grado di dare consigli e suggerimenti. Particolare attenzione sarà riservata alle donne in gravidanza e neo-genitori, con momenti di socializzazione e formazione dedicati e guidati da personale specializzato in ostetricia (allattamento, svezzamento, vaccini obbligatori, gestione della stanchezza, cura della salute della donna in fase post-parto, etc.). Inoltre il progetto ha anche l’obiettivo della presa in carico dei nuclei  che vivono una situazione di vulnerabilità e la proposta di percorsi di inclusione socio-lavorativa e di sostegno personalizzati che vedano l’attivazione delle risorse dei genitori.

Sogno e son desto 3

Regione: Marche

Diocesi: Jesi

Località: Jesi AN

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

"Sogno e son desto 3" è l’ultima parte di un progetto che nasce dal desiderio della Caritas diocesana di JESI di dare risposte concrete e soluzioni creative al problema della povertà e alla mancanza di lavoro. Si articola in 4 parti: -Recò: è un laboratorio di artigianato femminile che impegna donne in difficoltà economica e sociale, con l’obiettivo a lungo termine di renderle autonome. Recuperando materiale di scarto di aziende tessili prendono vita prodotti nuovi, ma si realizzano anche lavorazioni per conto di aziende esterne. -Orto del Sorriso: è un orto sociale in cui lavorano persone disoccupate, tirocinanti o soggetti svantaggiati. I prodotti della terra vengono coltivati nel rispetto della natura senza l’utilizzo di fertilizzanti chimici e sucessivamente venduti nel punto vendita adiacente. L’orto ha aperto anche una sezione didattica dedicata a gruppi o scuole che desiderano fare esperienze dirette con la natura e con il sociale. -Tirocini Formativi nelle Aziende: la Caritas finanzia tirocini formativi della durata di sei mesi l’uno presso aziende sensibili all’iniziativa che in vista di un ampliamento del personale si rendono disponibili ad ospitare i tirocinanti inviati attraverso la collaborazione tra Caritas e centro per l’impiego. -Sussidi al reddito: fondo di 10.000 euro a disposizione del Centro di Ascolto della Caritas per aiutare coloro che attraverso percorsi lavorativi stanno tentando di ripartire e rendersi di nuovo autonomi. Il fondo non eroga denaro, ma partecipa al pagamento di utenze o altre necessità impellenti.

ART'E'. Ponti per costruire una nuova umanità - I anno

Regione: Lazio

Diocesi: Velletri - Segni

Località: Velletri RM

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: 2018

Il progetto “ART’E’ Ponti per costruire una nuova umanità” si pone in continuità con l’opera segno “Casa di Accoglienza Suore Adoratrici del Sangue di Cristo”, gestita dalla Caritas Diocesana di Velletri-Segni che accoglie persone titolari di protezione internazionale. Gli obiettivi principali, nella prima annualità, saranno: potenziare l’azione di accoglienza e integrazione delle persone che hanno questo status giuridico nel tessuto socio-economico all’interno del territorio della Diocesi di Velletri-Segni; dare origine a uno strumento giuridico-amministrativo (associazione culturale, impresa sociale) che si occupi di creare, attraverso eventi artistico-culturali e formazione nelle scuole di diverso ordine e grado, occasioni di conoscenza sul tema delle migrazioni e di confronto tra persone migranti accolte dalla Caritas Diocesana e il territorio. Nella seconda annualità, attraverso lo strumento giuridico-amministrativo che vedrà coinvolti attivamente alcuni ospiti rifugiati si lavorerà, con il contributo di operatori specializzati, per aiutare i beneficiari coinvolti a sviluppare delle attività economiche (es. servizio di catering, etnico/fusion, etc…) che possano offrire loro occasioni di inserimento sociale, partecipazione attiva alla vita della comunità civile e sostentamento economico. In questa sede vengono svolte attività di accoglienza e ricreative, di formazione e socio-culturali.

CI SONO 16488 PROGETTI

Vieni a conoscere i numeri del rendiconto generale delle destinazioni dell'8xmille.

Vai al rendiconto

Scopri alcuni dei progetti realizzati.

Ferrara

Casa Betania, accoglienza per donne e minori.

Piacenza

Mensa della Fraternità, Caritas diocesana.

Roma

Piccolo Mondo, asilo nido multietnico.

Tortolì (NU)

Mensa Caritas.

Padulle (BO)

Dispensa Solidale, assistenza alimentare.

Caserta

Parrocchia del Buon Pastore, aiuto alla comunità.

Roma

La Casa nelle Stelle, assistenza notturna.

Caprarola (VT)

Piccola casa della Misericordia, centro diurno per ragazzi disabili.

Piacenza

Officina delle 4S, scuola di italiano per stranieri della Caritas diocesana.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?