Mappa 8xmille

Scopri i progetti
vicino a te.

Inserisci la tua Provincia.

Vedi i progetti nel mondo

Ricerca un progetto:

CI SONO 16487 PROGETTI

Ad personam - I anno

Regione: Puglia

Diocesi: Foggia - Bovino

Località: Foggia

Ambito: Carità

Destinati: € 20.300

Il progetto prende l'avviamento di percorsi personalizzati per la formazione e l'inserimento lavorativo. È rivolto ad immigrati ed a persone indigenti del territorio. Obiettivo del progetto è di coinvolgere i destinatari in un percorso motivazionale che, attraverso la formazione ed il lavoro, possano avviare un nuovo progetto di vita. In concreto s'intende orientare una parte delle persone coinvolte (20) nei percorsi di inserimento lavorativo e sostenerne altre (4) in percorsi di studio universitario. Una prima fase sarà dedicata alla conoscenza attraverso gli strumenti del colloquio e del bilancio delle competenze. Nel caso in cui il destinatario sarà inserito nel percorso di inserimento lavorativo, verrà realizzato, con il supporto degli enti partners, un azione di riallineamento delle competenze di base: linguistiche (ove necessario). informatiche, di problem solving, motivazionali e di team working. Successivamente verranno individuate opportunità di formazione specifica e professionalizzante. L'ultimo passaggio sarà quello dell'inserimento lavorativo che prevede il supporto nella ricerca attiva del lavoro, l'accompagnamento motivazionale, il mantenimento dell'occupazione. I 4 destinatari del percorso universitario saranno ospiti della struttura Caritas al fine di garantire loro il sostegno economico (anche per il libri di testo, il pagamento delle tasse universitarie) e di orientamento. In questo ultimo caso verranno coinvolti studenti universitari ed il Servizio di orientamento della Università di Foggia attraverso la stipula di un accordo. I giovani verranno coinvolti anche in proposte complementari al corso di studi ( corsi di lingua, esperienze di volontariato, attività sportive). Per tutta la durata degli studi saranno accompagnati da un facilitatore che li aiuterà nell'organizzare la vita in appartamento e la vita universitaria.

SOSteniamo il lavoro - II anno

Regione: Umbria

Diocesi: Perugia - Città della Pieve

Località: Perugia

Ambito: Carità

Destinati: € 140.000

Il progetto nasce dalla convinzione che per contrastare il rischio di povertà ed esclusione sociale, in cui tante persone scivolano, sia necessario ripartire dal lavoro degno, ragionevolmente retribuito e stabile. Il progetto mira a far uscire dal cono d'ombra sociale, psicologico ed economico le persone che vivono questa condizione di rischio, per accompagnarle verso un percorso di autonomia e per lanciare un monito ed un segno di carità fraterna alla comunità territoriale. Nel primo anno il progetto si focalizzerà sullo sviluppo di un servizio di orientamento e di tutoraggio finalizzato alla ricerca attiva del lavoro e a facilitare l'inserimento o il reinserimento lavorativo mediante un processo di valorizzazione delle motivazioni, delle attitudini e delle competenze dei candidati. La prima fase sarà costituita da una campagna di comunicazione per il lancio del progetto attraverso una conferenza stampa, quotidiani, tv e radio locali e con l'uso del sito web web e dei socials. Nel secondo anno il progetto avrà un target più specifico, con l'obiettivo di trovare una soluzione al problema della condizione dei giovani NEET. Il servizio di orientamento e tutoraggio prevederà l'attivazione di percorsi di accompagnamento all'autonomia incentrati sulla valorizzazione dei talenti attraverso lo sviluppo di competenze, di mestieri, di professionalità che siano in grado di fornire gli strumenti necessari per fare della propria passione il proprio lavoro. Tornando alla prima annualità, grazie all'esperienza maturata nell'ultimo anno, saranno introdotti nuovi accorgimenti che miglioreranno il processo di selezione dei candidati: la partecipazione al nuovo progetto sarà infatti caratterizzata da un bando di selezione. A seconda dei casi, l'orientamento prevederà l'attivazione di specifici percorsi di avvio all'autonomia: corsi di formazione professionale organizzati da Enti accreditati organizzati a tutti i livelli: post-scuola dell'obbligo, post-diploma e diploma universitario, post-laurea che si concluderanno con un esame finale, superato il quale si ha diritto ad un attestato di qualifica o di frequenza legalmente riconosciuti ( 15 nel 2018); tirocini extracurriculari( 10 attivazioni previste nel 2018, altrettante nel 2019 con particolare attenzione alla possibilità di trasformazione del tirocinio in contratto di assunzione); borse studio/lavoro, accompagnamento all’avvio di piccole imprese, (10 attivazioni previste nel 2018 e 10 nel 2019); laboratori di inserimento lavorativo. Accanto a queste attività operative, il progetto promuoverà le proprie finalità e i contenuti per sensibilizzare la comunità cristiana. Verrà organizzato anche un evento sul tema del lavoro e dell'inclusione sociale

Insieme ai minori, costruttori del futuro - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: Rossano - Cariati

Località: Rossano CS

Ambito: Carità

Destinati: € 119.500

Un centro educativo dove i minori, provenienti dal centro storico di Rossano, possano sentirsi accolti e possano maturare le proprie competenze con il supporto degli educatori nella loro crescita e nella scoperta delle loro potenzialità. In un territorio pieno di difficoltà di vario genere, la finalità scopo è quello di istituire un servizio che si ponga come tentativo attivo per combattere i rischi di esclusione sociale e di abbandono scolastico dei minori in un'età critica come quella adolescenziale. Le aree d'intervento sono le seguenti: disagio socio-economico, scolastico, relazionale-comunicativo. A tal proposito verranno sviluppati 5 moduli tematici che vanno dalla conoscenza di sé alla relazione che il minore ha con l'ambiente e precisamente: " Io al centro: conoscenza di sé e percezione corporea"; "Io in relazione alla famiglia: Comunicazione e Relazione"; "Io in relazione alla scuola: motivazione e impegno"; " Io in relazione alle mie emozioni: sviluppo del pensiero critico"; "Io in relazione all'ambiente: Cittadinanza attiva". Tali attività vedranno coinvolte 1 coordinatore, 3 animatori che si occuperanno dei vari laboratori e 4 operatori. Il centro sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19.

Social Hub - Incubatore di comunità - I anno

Regione: Calabria

Diocesi: Crotone - Santa Severina

Località: Crotone

Ambito: Carità

Destinati: € 25.000

Il progetto, biennale, si realizza nella città di Crotone e prevede la creazione di un centro di co-working, aggregazione comunitaria, formazione professionale e tutoraggio alla progettazione e all'avvio di impresa, a beneficio di almeno 30 giovani inoccupati sul territorio diocesano. Obiettivo principale è quello di realizzare uno spazio di condivisione e di lavoro , che sia reale ma anche virtuale, mettendo a disposizione anche attrezzature multimediali che permettano ai giovani di allacciare legami di collaborazione con altri centri di co-working, istituti di ricerca, startup, e - per i cittadini stranieri - con i rispettivi paesi di provenienza, condividendo quindi progetti professionali e di vita

Educ-Arte-Nativo - I anno

Regione: Campania

Diocesi: Acerra

Località: Acerra NA

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: 2018

Con il progetto si intende realizzare un centro di aggregazione nella città di Acerra, per colmare la mancanza di luoghi aggregativi per minori ed adolescenti dai 6 ai 17 anni che manifestano forme di disagio (stimati in circa 100) quali: fallimento e abbandono scolastico; disturbi del comportamento e dell'apprendimento (aggressività verso i coetanei e gli adulti, bullismo, uso di sostanze); disturbi alimentari. Il Centro, valorizzando uno spazio esistente inutilizzato, intende essere anche un luogo di confronto e di studio sul tema del disagio minorile.

Mangiare e vestirsi - I anno

Regione: Emilia Romagna

Diocesi: Parma

Località: Parma

Ambito: Carità

Destinati: € 62.800

Anno: 2017

Obiettivo del progetto è quello di migliorare la filiera di approvvigionamento del cibo, anche attraverso il recupero dei pasti non consumati utilizzando un mezzo coibentato e realizzando degli interventi di completamento della mensa diocesana di Via Turchi. Saranno proposte - alle parrocchie, alle scuole, ai gruppi giovanili - percorsi educazione alimentare e di lotta allo spreco.

Conoscere e crescere - I anno

Regione: Emilia Romagna

Diocesi: Parma

Località: Parma

Ambito: Carità

Destinati: € 21.100

Anno: 2017

Obiettivo del progetto è quello di attivare iniziative per sostenere nella crescita i bambini e i ragazzi in disagio, attraverso supporto scolastico/doposcuola e attività aggregative e ludiche. Particolare attenzione verrà posta a percorsi di affiancamento/formazione alla genitorialità delle famiglie dei minori.

Aprire casa - I anno

Regione: Emilia Romagna

Diocesi: Parma

Località: Parma

Ambito: Carità

Destinati: € 40.500

Anno: 2017

Il progetto prevede l'ampliamento della capacità di accoglienza dell'ex Seminario Maggiore destinato ad uomini soli e l'adeguamento/arredamento di locali di proprietà della Parrocchia Santa Cristina - e di alcuni appartamenti da affittare ad onere della Diocesi - destinati all'accoglienza di nuclei familiari con minori, fornendo anche un accompagnamento mirato (anche attraverso interventi economici specifici) al reinserimento sociale e lavorativo.

La comunità è dimora - I anno

Regione: Campania

Diocesi: Salerno - Campagna - Acerno

Località: Salerno

Ambito: Carità

Destinati: € 200.000

Il progetto, biennale, si realizza a Salerno e consiste principalmente nella realizzazione di un centro diurno - con servizi doccia e lavanderia - a beneficio della popolazione (circa 1000 persone) senza dimora e in grave disagio relazionale presente in città. Oltre all'adeguamento e all'allestimento dei locali resi disponibili dalla Diocesi, si prevede: - la formazione specifica degli operatori volontari da attivare presso il centro e in unità di strada - l'acquisto di un mezzo di trasporto per potenziare l'embrione di servizio itinerante già avviato - l'apertura di due sportelli "Help" nelle periferie della diocesi, a Pellezzano presso Casa don Giovanni Pirone e a Campolongo-Eboli presso Casa Betlemme, per le prime risposte materiali e l'orientamento ai servizi - l'offerta di opportunità formative, in forma laboratoriale, orientate al potenziamento delle capacità relazioni e all'autoconsapevolezza: corsi di lingua per stranieri, cura dell'igiene personale, educazione alimentare e alfabetizzazione informatica

Curiamo - I anno

Regione: Lazio

Diocesi: Latina - Terracina - Sezze - Priverno

Località: Latina

Ambito: Carità

Destinati: € 25.600

Anno: 2018

Il progetto, biennale, si realizza a Latina e garantisce il potenziamento dell'ambulatorio medico Caritas, avviato nel 2016 come opera segno giubilare. L’ambulatorio medico della Caritas offre alle fasce più deboli della popolazione diocesana importanti servizi sanitari gratuiti (ecografie e prestazioni di odontoiatria sociale), per i quali le liste d'attesa nel servizio pubblico sono particolarmente lunghe. I criteri stabiliti per poter accedere ai servizi sono quelli dell'urgenza e dell'indigenza, valutati attraverso un colloquio svolto da operatori volontari e da un medico di famiglia (anche'esso volontario). Allo stesso modo, volontari sono i medici e gli odontoiatri che prestano servizio all'interno della struttura. In particolare, va rilevato il fatto che l'ambulatorio, in primis per il servizio di odontoiatria, costituisce un punto di riferimento fondamentale per i tanti rifugiati, ospiti delle strutture di accoglienza del territorio, con le quali è stato siglato un apposito accordo, in assenza di un adeguato servizio pubblico di odontoiatria sociale. In circa un anno e mezzo dall'avvio del servizio sono state diverse centinaia le persone ascoltate, e di queste circa 260 sono state prese in carico.

Donna in rete - I anno

Regione: Lazio

Diocesi: Latina - Terracina - Sezze - Priverno

Località: Latina

Ambito: Carità

Destinati: € 18.000

Anno: 2018

Il progetto, biennale, si realizza a Latina a beneficio di 15 donne, accolte dal Consultorio dell’”Associazione Per la famiglia – onlus”, vittime di violenza fisica e/o psicologica, con particolare riferimento a quella subita nell’ambito del contesto familiare e/o di coppia. Alle donne sono garantiti: - un percorso di psicoterapia individuale - la consulenza legale per aiutare le donne a orientarsi tra le diverse opportunità a loro disposizione in ambito civile e penale. E' inoltre prevista una valutazione circa l'opportunità di un percorso di mediazione familiare con l’obiettivo di abbassare il livello di conflittualità di coppia. Nella seconda annualità di progetto si prevede la strutturazione di due gruppi di auto aiuto, con l’obiettivo di fornire alle donne prese in carico un contesto in cui potersi sostenere reciprocamente

Parola e memoria non mollare - I anno

Regione: Sardegna

Diocesi: Nuoro

Località: Nuoro

Ambito: Carità

Destinati: € 24.400

Anno: 2019

Lo scenario socio assistenziale degli ultimi anni è caratterizzato dal continuo taglio delle risorse destinate ai servizi di neuropsichiatria infantile in relazione ai disturbi specifici di apprendimento. E’ in tale contesto che il presente progetto si propone di fornire aiuto didattico mirato e adattato a bambini della scuola primaria della nostra Diocesi che siano stati diagnosticati come dislessici, disortografici o discalculici. Oltre a tutto questo, si vuole sostenere percorsi di studio nelle scuole superiori e Università per aiutare le famiglie con difficoltà economiche che non riescono a sostenere le spese per lo studio dei figli.

Il Laboratorio si rinnova - II anno

Regione: Toscana

Diocesi: Prato

Località: Prato PO

Ambito: Carità

Destinati: € 28.900

Anno: 2019

Il progetto in questa seconda annualità continua le azioni per il miglioramento delle capacità lavorative e relazionali di donne in difficoltà economica e sociale. Si vuole rendere partecipi le utenti in azioni rivolte all’organizzazione e alla gestione in autonomia che le possano aiutare nei propri percorsi. La partecipazione della cittadinanza e la collaborazione sul territorio sono occasioni importanti di socializzazione e di creazione di relazioni. Nel caso in cui le utenti siano in particolare difficoltà economica si prosegue con il sostegno tramite, piccoli inserimenti presso Il Laboratorio, attraverso il pagamento di bollette o affitti, responsabilizzandole maggiormente con piccole mansioni specifiche da condurre. Ancora da potenziare l’attività con le parrocchie, i percorsi sull’economia domestica di base (stiro, cucina, gestione delle attività domestiche….) dedicate alle coppie che si stanno preparando al matrimonio e ai giovani sposi. Le attività saranno realizzate dalle utenti del servizio, gradualmente preparate, in collaborazione con gli operatori e le altre realtà. Il lavoro delle operatrici con le utenti del servizio è fondamentale in quanto non solo operano per la parte pratica di insegnamento delle attività manuali ma realizzano una vera e propria formazione informale per stare in un luogo di lavoro.

Agape 2.0 - IV anno

Regione: Triveneto

Diocesi: Treviso

Località: Treviso

Ambito: Carità

Destinati: € 124.700

Anno: 2018

In questi anni, la Casa della Carità, motore al cuore della diocesi di Treviso, è diventata punto di riferimento per i servizi base e l'accompagnamento di persone senza dimora. La concomitanza dell'avere servizi e sede operativa Caritas diocesana nello stesso luogo ha dato un impulso notevole alle attività, costruendo attorno alla Casa della Carità un riconoscimento e una partecipazione delle comunità del territorio (specie quello cittadino) notevole. Gli obiettivi che ci poniamo con questo progetto sono: (1) soddisfare i bisogni primari (alimentazione, alloggio, igiene personale) e intercettare eventuali altri bisogni, offrire ascolto, stabilire un rapporto di fraterna accoglienza con gli ospiti attraverso l'operato di volontari e operatori Caritas; (2) intervenire con manutenzione ordinarie e migliorie nei locali che ospitano il servizio mensa (20.814 pasti erogati nel 2017); (3) accompagnare le persone senza dimora che usufruiscono dei servizi presenti nella Casa della Carità. Perché attraverso la cura e l'accesso ai servizi base possano trovare ascolto e ristoro creando così occasione per ridefinire il proprio progetto di vita in un'ottica di autonomia e inclusione; (4) responsabilizzare la società civile attraverso il coinvolgimento e la formazione del volontariato nella gestione dei servizi attivi presso la Casa della Carità; (5) promuovere il coinvolgimento della comunità civile e d ecclesiale attraverso proposte concrete quali: la condivisione di momenti comunitari in Casa della Carità, il sostegno economico dei servizi attivi o la partecipazione diretta con esperienze di volontariato.

Santa Lucia Jaime - I anno

Regione: Sardegna

Diocesi: Nuoro

Località: Nuoro

Ambito: Carità

Destinati: € 24.700

Anno: 2019

Il progetto si realizza nella città di Nuoro, e consiste in un piano biennale di potenziamento delle attività della Casa diocesana Santa Lucia, avviata nel 2011 per l'accoglienza dei familiari dei degenti degli ospedali cittadini, e degli stessi pazienti. L'idea progettuale nasce dalla registrazione di un nuovo bisogno di accoglienza di persone ammalate prive di reti familiari, segnalate dai CdA e dal servizio di assistenza sociale ospedaliero, e consiste principalmente: - nell'adeguamento e allestimento di un ulteriore appartamento, da rendere disponibile per le accoglienze; - nell'allestimento di una camera per l'accoglienza di persone con disabilità - nell'arredamento dell'ampio terrazzo presente nella casa per renderlo accogliente e fruibile per tutti gli ospiti.

CI SONO 16487 PROGETTI

Vieni a conoscere i numeri del rendiconto generale delle destinazioni dell'8xmille.

Vai al rendiconto

Scopri alcuni dei progetti realizzati.

Serramanna (SU)

Fattoria San Michele, comunità terapeutica.

Piacenza

Mensa della Fraternità, Caritas diocesana.

Caserta

Parrocchia del Buon Pastore, aiuto alla comunità.

Padulle (BO)

Dispensa Solidale, assistenza alimentare.

Caprarola (VT)

Piccola casa della Misericordia, centro diurno per ragazzi disabili.

Roma

La Casa nelle Stelle, assistenza notturna.

Sovana (GR)

Restauro Chiesa di Santa Maria Maggiore.

Tortolì (NU)

Mensa Caritas.

Bologna

Voce del verbo accogliere, reinserimento sociale ex-detenuti.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?