Descrizione:

Destinatari: Persone con ex dipendenza, immigrati, detenuti - ex detenuti, donne vittime di tratta. La Caritas Diocesana gestisce la Casa d'Accoglienza Giovanni Paolo II° che offre un servizio di prima accoglienza per coloro che in un particolare momento della loro vita non sono in grado di gestirsi da soli. Attraverso la presenza continuativa di un sacerdote e di due volontari si è curato in modo particolare il rapporto personale con il richiedente assistenza. Le comunità parrocchiali sono state coinvolte nel progetto attraverso una forma di 'adozione' del progetto stesso. Le problematiche che vengono affrontate con le persone coinvolte riguardano: il disagio esistenziale, sociale ed economico; povertà derivata dalla mancanza di lavoro; forme di dipendenza (alcool, droghe, gioco d'azzardo); prostituzione e tratta; impossibilità di inserimento nel nucleo famigliare a seguito di condanne ad arresti domiciliari; difficoltà di reinserimento sociale a seguito di permanenza in istituti giudiziari; immigrati che pur essendo in possesso di permesso di soggiorno vivono momenti di totale disagio e povertà. Nel processo di reinserimento grande importanza riveste il passaggio presso un'altra opera segno della Caritas e cioè la 'Casa della Carità Diocesana' dove le persone possono usufruire di alloggi per un ulteriore periodo temporaneo facilitando così il percorso verso l'autonomia.

Indirizzo:

Crema

Documenti: