MAPPA 8XMILLE

Scopri i progetti.

×

Tu mi riguardi - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Piazza Armerina

Località: Gela CT

Ambito: Carità

Destinati: € 63.200

Condividi

A partire da una lettura del territorio nel quale si evidenziano significative carenze in relazione a servizi per ragazzi con disabilità, attraverso il progetto si intendono avviare due centri diurni: uno a Gela (CL), con laboratori di musicoterapia e di informatica, destinato a 25 ragazzi; il secondo a Piazza Armerina (EN), “città dei mosaici” dove verrà realizzato appunto un laboratorio di arti musive destinato a 10 ragazzi.

Ricerca un progetto:

CI SONO 16489 PROGETTI

Il muro invisibile - I anno

Regione: Abruzzo Molise

Diocesi: Termoli - Larino

Località: Larino CB

Ambito: Carità

Destinati: € 13.450

Avvalendoci di un percorso terapeutico-espressivo attraverso l'ausilio di laboratori artigianali e artistici, riteniamo di poter aiutare gli abitanti della casa circondariale di Larino nell'affrontare un percorso volto a rielaborare la sofferenza (personale, familiare ed arrecata agli altri) e imparare nuovi stili di vita, sperimentandosi in ruoli sociali che non hanno mai avuto la possibilità di vivere.

Non di solo pane - I anno

Regione: Campania

Diocesi: Amalfi - Cava De' Tirreni

Località: Cava de' Tirreni SA

Ambito: Carità

Destinati: € 90.000

Il progetto, biennale, si realizza nella città di Cava e consiste principalmente nell'avvio di un Emporio solidale in questa città, a beneficio di circa 200 famiglie in carico ai CdA presenti in Diocesi. Accanto al sostegno materiale saranno previsti percorsi di ascolto e accompagnamento con particolare riferimento all'orientamento su opportunità di formazione professionale e inserimento lavorativo.

Present - I anno

Regione: Lombardia

Diocesi: Brescia

Località: Brescia

Ambito: Carità

Destinati: € 340.000

Il progetto nasce come idea innovativa per creare contesti che favoriscano esperienze. Il ruolo della Caritas sarà di facilitare iniziative e supportare processi in una logica partecipativa finalizzati a dotare i giovani di strumenti per la costruzione della propria autonomia per affrontare al meglio il proprio futuro. Destinatari principali saranno: i giovani inoccupati o disoccupati in situazione di indigenza economica, con difficoltà abitative e bisogni primari; i giovani drop-out inoccupati o disoccupati da più di un anno; giovani con difficoltà relazionali, familiari e psicosociali segnalati dalle Caritas parrocchiali o dagli enti partner della Caritas diocesana; i giovani che cercano di entrare nel mondo del lavoro anche dopo esperienze come il SCN, SCR, AVS. Gli strumenti di supporto sono: analisi delle competenze, orientamento ed inserimento; sviluppo della partnership con soggetti del terzo settore ( cooperative di inserimento lavorativo; sostegno economico agli enti che assumeranno i giovani con incentivi proporzionati all'entità del contratto; supporto abitativo. Il tema del lavoro verrà declinato attraverso differenti forme: Laboratori occupazionali, tirocini. Ampio spazio verrà dato alla formazione dei formatori che affiancheranno i giovani nella costruzione dei percorsi individuali

I pericoli della rete - I anno

Regione: Abruzzo Molise

Diocesi: Chieti - Vasto

Località: Vasto CH

Ambito: Carità

Destinati: € 45.000

Anno: 2018

Il progetto, proposto come biennale, si realizza a Vasto, presso la parrocchia di San Paolo Apostolo e consiste nella realizzazione di percorsi formativi e laboratori esperienziali, arricchiti da giochi di ruolo e confronti con esperti di settore, sull'uso di Instant Messaging e social network, la sicurezza sul web, le potenzialità della rete. Destinatari degli interventi sono bambini e ragazzi dai 10 anni, e le loro famiglie, oltre a docenti, educatori e catechisti.

Sognare come ora non siamo - I anno

Regione: Triveneto

Diocesi: Treviso

Località: Treviso

Ambito: Carità

Destinati: € 46.950

Il progetto prevede la realizzazione di percorsi prevenzione di dipendenze e sensibilizzazione su alcuni temi (ambiente, migrazioni, giustizia, libertà) rivolti a 2.000 giovani che frequentano le scuole secondarie di primo e secondo grado, con l’obiettivo di stimolare la costruzione di relazioni significative e favorire nei ragazzi la costruzione del senso. Il progetto prevede le seguenti attività: - Costruzione di un tavolo di lavoro con le scuole; - Progettazione dei moduli formativi; - Realizzazione interventi formativi.

Regnolab 2

Regione: Triveneto

Diocesi: Adria - Rovigo

Località: Rovigo

Ambito: Carità

Destinati: € 29.000

La proposta prevede un ampliamento delle attività del progetto COMUNITA' OSPITALI (servizi di prima accoglienza diffusa ed integrazione sociale con il coinvolgimento specifico delle comunità) inserendo una azione specifica, nella prima annualità, relativa alla attuazione di un "laboratorio di progettazione" capace di fornire alle comunità (anche parrocchiali) strumenti per la progettazione operativa che sarà oggetto della seconda annualità.

Legami che liberano - II anno

Regione: Emilia Romagna

Diocesi: Modena - Nonantola

Località: Modena

Ambito: Carità

Destinati: € 175.000

Anno: 2019

Il progetto si realizza a Modena, principalmente presso il Centro di Accoglienza Papa Francesco inaugurato a giugno del 2018, e prosegue, potenziandole, le attività avviate nella prima annualità a beneficio di persone senza dimora e/o in stato di grave marginalità sociale. Nello specifico di prevede: - lo sviluppo del Centro diurno, con la prosecuzione dei laboratori di accompagnamento relazione, e la scuola di italiano, e il potenziamento dello "Spazio Donna" con la realizzazione di un piccolo atelier; - la prosecuzione delle accoglienze presso il centro Papa Francesco, qualificate dalla supervisione dell'èquipe di operatori (ed ex beneficiari) ad opera di una pedagogista e l'apertura a gruppi parrocchiali esperienze di vita comunitaria; - l'avvio dell'accoglienza invernale, con la ristrutturazione dei locali al terzo piano dell'immobile; - la prosecuzione delle accoglienze per ragazze impegnate in percorsi di accompagnamento con la Caritas diocesana, e quella per un nucleo familiare in collaborazione con la parrocchia e i servizi sociali. In questa annualità, inoltre andranno a regime le attività di educazione alimentare e recupero delle eccedenze, con l'integrazione nel progetto delle attività dell'emporio di Medolla, recentemente avviato dalle parrocchie della zona.

La bottega della solidarietà 2.0

Regione: Abruzzo Molise

Diocesi: Lanciano - Ortona

Località: Lanciano CH

Ambito: Carità

Destinati: € 7.200

Anno: 2018

Il progetto è la prosecuzione della annualità finanziata nel 2017 che ha ottenuto significativi risultati in termini di recupero dei beni (principalmente abbigliamento) da mettere poi nella disponibilità delle persone in difficoltà, con un meccanismo di offerta che ha consentito di sostenere le spese di gestione mensili del progetto stesso. In questa annualità si intende consolidare l'attività laboratoriale, potenziando il percorso di trasmissione dei saperi "artigianali" della tradizione; la realizzazione di un laboratorio base di taglio e cucito gratuito rivolto a n° 6 persone inoccupate, segnalate dagli operatori del Centro di Ascolto Diocesano in condivisione con i Servizi Sociali Comunali; promuovere una campagna informativa di marketing sociale, che possa anche portare alla realizzazione/registrazione di un marchio. Si segnalano qui i fondi diocesani.

Stop alla povertà - II anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Caltanissetta

Località: Caltanissetta

Ambito: Carità

Destinati: € 60.000

Anno: 2018

Il progetto, proposto per un solo anno, realizza la seconda annualità dell'omonimo progetto del 2015. Si realizza nella città di Caltanissetta a beneficio di 20 famiglie e consiste nella sperimentazione di un programma di presa in carico, accompagnamento ed inclusione articolato in diverse fasi: - segnalazione da parrocchie e CdA diocesano; - sottoscrizione di un patto etico (con l'adesione ad attività di volontariato, di formazione e di inserimento lavorativo) e condivisione di un percorso annuale, in affiancamento con un tutor familiare volontario specificamente formato; - erogazione di un contributo economico, definizione dell'accesso ad altri servizi diocesani o pubblici; - incontri mensili con l'équipe di accompagnamento, anche finalizzato al monitoraggio delle spese sostenute dalla famiglie.

Oasi del Carmelo

Regione: Basilicata

Diocesi: Tricarico

Località: Tricarico MT

Ambito: Carità

Destinati: € 100.000

Anno: 2019

Il progetto, proposto come biennale, si realizza a Tricarico, presso il Convento del Carmine, dove nel novembre scorso è stata inaugurata l'Oasi del Carmelo, un centro multiservizi e polivalente pensato per offrire prime risposte a bisogni economici, materiali e relazionali. Le attività previste dal progetto prevedono in particolare lo sviluppo dei seguenti servizi: - mensa, connessa ai servizi di ascolto e alla possibilità di partecipare a laboratori socio-educativi; - sportello antiusura e sovraindebitamento, in collaborazione con il CESTRIM di Potenza; - ambulatorio e farmacia solidale, in convenzione con il Banco Farmaceutico.

Condivisione e solidarietà - I anno

Regione: Campania

Diocesi: SANT' ANGELO DEI LOMBARDI-CONZA-NUSCO-BISACCIA

Località: Montella AV

Ambito: Carità

Destinati: € 90.000

Anno: 2019

Il progetto, biennale, si propone di sostenere economicamente singoli e famiglie in difficoltà, garantendo, attraverso la presa in carico del CdA diocesano e il coordinamento dei CdA parrocchiali: - l'erogazione di contributi al reddito per fronteggiare i rischi di sfratto e sospensione delle utenze per morosità; - l'aiuto alimentare, con la realizzazione di una "dispensa" presso la struttura diocesana Autilia Volpe sita nel Comune di Montella, dove saranno stoccati e successivamente distribuiti beni alimentari e altri generi di prima necessità acquistati a prezzi calmierati. Il progetto si svolge su più sedi. Qui ci sono la dispensa alimentare e la distribuzione viveri.

Centro diurno accoglienza & accompagnamento - III anno

Regione: Sardegna

Diocesi: Sassari

Località: Sassari

Ambito: Carità

Destinati: € 45.450

Anno: 2018

Nella terza annualità il progetto continua ad offrire un’alternativa alle persone che, prive di abitazione, durante la giornata cercano riparo dal caldo o dal freddo nei centri commerciali, nei bar o nei circoli privati dove alimentano con alcol o sostanze il loro disagio. Il Centro, offre alle persone senza dimora, costrette a trascorrere la notte o alla stazione ferroviaria, o nelle sale d’attesa del pronto soccorso, o in domicili di fortuna, baracche o case inadeguate e malsane e prive di qualsiasi servizio, uno spazio confortevole e accogliente dove trovare ristoro durante il giorno, alternativo a quelli degradati frequentati abitualmente. L’accesso al servizio è libero, senza distinzione di sesso, razza e religione, aperto a chiunque abbia necessità di prendersi cura di sé stesso iniziando dalla propria igiene personale e dove le persone sole abbiano la possibilità di essere ascoltati e considerati e, facendo esperienza di “buona vita”, accompagnati in un percorso di rinascita e di autonomia. Per i pasti La presenza media è di 34 persone al giorno, in particolare uomini soli la cui abitazione è priva dei servizi essenziali.

Donna in rete - I anno

Regione: Lazio

Diocesi: Latina - Terracina - Sezze - Priverno

Località: Latina

Ambito: Carità

Destinati: € 18.000

Anno: 2018

Il progetto, biennale, si realizza a Latina a beneficio di 15 donne, accolte dal Consultorio dell’”Associazione Per la famiglia – onlus”, vittime di violenza fisica e/o psicologica, con particolare riferimento a quella subita nell’ambito del contesto familiare e/o di coppia. Alle donne sono garantiti: - un percorso di psicoterapia individuale - la consulenza legale per aiutare le donne a orientarsi tra le diverse opportunità a loro disposizione in ambito civile e penale. E' inoltre prevista una valutazione circa l'opportunità di un percorso di mediazione familiare con l’obiettivo di abbassare il livello di conflittualità di coppia. Nella seconda annualità di progetto si prevede la strutturazione di due gruppi di auto aiuto, con l’obiettivo di fornire alle donne prese in carico un contesto in cui potersi sostenere reciprocamente

Di nuovo cittadini - I anno

Regione: Sicilia

Diocesi: Palermo

Località: Palermo

Ambito: Carità

Destinati: € 24.000

Anno: 2018

La Chiesa invita a una “conversione culturale” in cui la “giustizia riconciliativa” prevalga sulla «giustizia retributiva». Ciò permette sia di offrire alle vittime un ruolo attivo, sia di restituire alla società la responsabilità di rieducare. Lo aveva detto anche Cesare Beccaria: “Se le pene saranno moderate… sarà tolto lo squallore e la fame dalle carceri… la compassione e l’umanità penetreranno le porte ferrate”. L’esigenza personale del detenuto di vivere in carcere un tempo di riabilitazione e di maturazione è infatti esigenza della stessa società, sia per recuperare una persona che possa validamente contribuire al bene di tutti, sia per depotenziare la tendenza a delinquere e la pericolosità sociale. Proprio su questa focalizzazione, il progetto intende porre l’attenzione sul percorso di revisione critica legato all’azione dissociale compiuta, non solo in termini di regola disattesa, ma nell’aspetto personale, familiare e sociale. Per tale ragione, saranno proposte attività di rilevanza psicoterapeutica e pedagogica, all’interno di sezioni speciali, definite su proposta della direzione dell’Istituto penitenziario. La Chiesa entra in questo modo nella sfera del trattamento penitenziario, non solo in termini assistenziali, ma anche e soprattutto come impegno, in modo concreto e non solo come affermazione di un principio, per una effettiva rieducazione della persona, richiesta sia in funzione della dignità del detenuto stesso, sia in vista del suo reinserimento sociale. Il modello gruppale di revisione e ripensamento dell'azione dissociale sarà riproposto con i detenuti che svolgono attività di volontariato in misura alternativa e/o LPU presi incarico dalla nostra Caritas diocesana all'esteno della dimensione carceraria. Per la comunità che accoglie e il sociale sarà definito un piano di sensibilizzazione e informazione che coinvolgerà parrocchie, movimenti, associazioni, al fine di ampliare la rete di supporto esistente, ancora difficile da sviluppare, soprattutto verso i detenuti che possono godere di un beneficio e/o misura alternativa alla detenzione. Particolare attenzione sarà rivolta alla collaborazione con il volontariato interno e con i cappellani. Ulteriore azione riguarderà il sostegno ai detenuti e alle famiglie dei detenuti,quest’ultime gravate dall’assenza di un reddito o con redditi incapaci di potere garantire un minimo di sussistenza familiare, anche attraverso tirocini, borse lavoro/studio.

Emporio della solidarietà 3

Regione: Sardegna

Diocesi: Oristano

Località: Oristano

Ambito: Carità

Destinati: € 93.250

Anno: 2018

Il progetto, presentato come biennale, garantisce continuità all'Emporio della solidarietà nella cittadina di Oristano, che garantisce sostegno alimentare e, in collaborazione con altre realtà (comprese scuole e parrocchie), inserimento in percorsi di educativi e di accompagnamento a 80 famiglie e 300 beneficiari, compresi minori e giovani neet. Si evidenza in particolare la continuità dei percorsi di inserimento lavorativo, attraverso la realizzazione di 12 tirocini nei due anni, in seguito alla definizione del Bilancio di competenze e percorsi di orientamento professionale, con il coinvolgimento del CPI di Oristano e le aziende locali.

CI SONO 16489 PROGETTI

Vieni a conoscere i numeri del rendiconto generale delle destinazioni dell'8xmille.

Vai al rendiconto

Scopri alcuni dei progetti realizzati.

Caprarola (VT)

Piccola casa della Misericordia, centro diurno per ragazzi disabili.

Roma

Piccolo Mondo, asilo nido multietnico.

Bologna

Voce del verbo accogliere, reinserimento sociale ex-detenuti.

Tortolì (NU)

Mensa Caritas.

Caserta

Casa Emmaus, accoglienza e aiuto ai bisognosi.

Sovana (GR)

Restauro Chiesa di Santa Maria Maggiore.

Serramanna (SU)

Fattoria San Michele, comunità terapeutica.

Huayacocotla (Messico)

Progetto Prodh, a difesa diritti umani.

Caserta

Parrocchia del Buon Pastore, aiuto alla comunità.

Vuoi ricevere aggiornamenti mensili
su come vengono destinati i fondi dell'8xmille?