Tiedoli, restauro per l’antico organo custodito nella chiesa di San Giovanni Battista | 8xmille

MAPPA 8XMILLE

Scopri i progetti vicino a te!

Tiedoli, restauro per l’antico organo custodito nella chiesa di San Giovanni Battista

Regione
Emilia Romagna
Diocesi
Piacenza - Bobbio
Ambito
Culto e Pastorale
Destinati
€ 45.880
Sito
www.beweb.chiesacattolica.it
Condividi
Nella chiesa di San Giovanni Battista, a Tiedoli, frazione di Borgo Val di Taro (provincia di Parma e diocesi di Piacenza-Bobbio), tornerà a suonare l’antico organo a canne restaurato ed ampliato da Felice Bruna nel 1847. Sarà possibile grazie all’intervento di restauro per il quale, nel 2020, sono stati assegnati 45.880 euro. Nel ‘700 è documentata l’esistenza di un piccolo organo, collocato in cantoria sul portale di ingresso. Dello strumento si ha notizia, in particolare, nel 1789 per pagamenti di lavori di manutenzione. Nell’archivio parrocchiale sono superstiti i documenti del 1847 con l’organaro Felice Bruna: il contratto, la richiesta di saldo e il collaudo ad opera dell’organista. Durante il restauro saranno evitati tutti quegli interventi che potranno alterare la fisionomia fisica ed acustica dello strumento. Il materiale necessario per l’integrazione di parti danneggiate e per la ricostruzione di parti mancanti sarà scelto ed affiancato da una lavorazione artigianale uniformata alle tecniche costruttive rilevate. L’intervento si svolgerà nel laboratorio della ditta esecutrice in 15 differenti fasi, con particolare attenzione al restauro delle canne metalliche, che saranno pulite e rimesse in forma. Quelle danneggiate saranno restaurate risaldando squarci e tagli, reintegrando il materiale in fori o zone attaccate da roditori. Le canne mancanti saranno ricostruite. Dopo la pulitura, tutte le parti lignee saranno sottoposte a trattamento antitarlo. Altri interventi saranno effettuati su consolle, tastiera e pedaliera, che verrà interamente ricostruita con materiali congrui con l’originale, lavorati secondo tecniche riconducibili a quelle dell’autore.
 

Leggi le storie più belle nella tua casella di posta
e scopri come vengono destinati i fondi dell’8xmille alla Chiesa cattolica.

Iscriviti alla newsletter

Puoi annullare l’iscrizione in ogni momento.