Lavori di consolidamento e restauro nel Palazzo vescovile di Orvieto | 8xmille

MAPPA 8XMILLE

Scopri i progetti vicino a te!

Lavori di consolidamento e restauro nel Palazzo vescovile di Orvieto

Regione
Umbria
Diocesi
Orvieto - Todi
Ambito
Culto e Pastorale
Destinati
€ 116.200
Anno
2021
Sito
www.beweb.chiesacattolica.it
Condividi
Gli appartamenti del vescovo di Orvieto, al secondo piano del Palazzo vescovile, non sono più funzionali: la struttura è datata e obsoleta sia riguardo alla distribuzione, pensata per far fronte ad esigenze diverse da quelle attuali, sia riguardo ai materiali, ormai degradati, per gran parte risalenti alla ristrutturazione degli anni 1958/60. Per interventi di consolidamento e restauro dell’episcopio, nel 2020, sono stati assegnati 116.200 euro. Il Palazzo vescovile di Orvieto è costituito da due piani: il pianterreno è occupato da alcuni uffici della Curia vescovile, dal garage e da altri locali di pertinenza all'abitazione. Il piano primo ospita per intero gli uffici della curia; il piano secondo è interamente residenziale, occupato dagli appartamenti vescovili, con la “sala del trono”, la biblioteca e la cappella privata. Recuperata l'ala sud del palazzo, con affaccio sul giardino, bonificato il vecchio locale cisterna al piano terra, eseguiti infine la manutenzione del prospetto lungo via Soliana e il rifacimento del manto e della terrazza di copertura, l'ente ecclesiastico proprietario intende completare il recupero del complesso fabbricato intervenendo sull'ampia porzione residenziale, posta al piano secondo ed occupata dall'appartamento del vescovo. L’intervento nell’appartamento del vescovo punta al ripristino di pieno decoro e funzionalità. Sarà rivista la distribuzione interna, tale da rendere gli spazi e i servizi rispondenti alle odierne necessità d'uso, anche riducendo le eccessive superfici destinate a disimpegni e corridoi. Previsto il rinnovo e la sostituzione dei materiali, non di pregio, a partire dai pavimenti, e gli impianti esistenti, in opera ormai da sei decenni.
 

Leggi le storie più belle nella tua casella di posta
e scopri come vengono destinati i fondi dell’8xmille alla Chiesa cattolica.

Iscriviti alla newsletter

Puoi annullare l’iscrizione in ogni momento.